UPDATE ON GASTROESOPHAGEAL CANCER: TRANSLATING NOVELS CONCEPTS INTO CLINICAL PRACTICE

Inizio: 24-02-2023 - Fine: 27-02-2023

Chiusura iscrizioni: 24-02-2023


Formazione residenziale - Crediti ECM: 5.0


Ore previste: 5.00 – Stato corso:


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Allergologia ed immunologia clinica
Gastroenterologia
Genetica medica
Medicina interna
Oncologia
Radioterapia
Chirurgia generale
Anatomia patologica
Anestesia e rianimazione
Farmacologia e tossicologia clinica
Laboratorio di genetica medica
Medicina nucleare
Patologia clinica
Radiodiagnostica
Scienza dell'alimentazione e dietetica
Direzione medica di presidio ospedaliero
Cure palliative

Farmacista:
Farmacia ospedaliera
Farmacia territoriale

Biologo:
Biologo

Fisico:
Fisica sanitaria

Dietista:
Dietista

Infermiere:
Infermiere

Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare:
Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare

Tecnico sanitario di radiologia medica:
Tecnico sanitario di radiologia medica

Tecnico sanitario laboratorio biomedico:
Tecnico sanitario laboratorio biomedico

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

Scheda del corso

Il carcinoma gastroesofageo costituisce un importante problema sanitario globale, rappresentando oggi giorno la 3° causa di morte cancro-relata nel mondo. Tuttavia, negli anni recenti abbiamo assistito a progressi incrementali ma costanti nella ricerca in questo ambito che si sono tradotti in miglioramento dell’outcome dei nostri pazienti.

Nella patologia esofagea, stanno emergendo nuove evidenze sul ruolo del trattamento adiuvante dopo un approccio chemio-radioterapico preoperatorio stimolando il confronto all’interno dei gruppi multidisciplinari nella scelta del miglior iter terapeutico anche per i pazienti con adenocarcinoma. Nella neoplasia gastrica resecabile, i dati dello studio FLOT4 sbaragliano più’ di 10 anni di immobilità in questo setting, eleggendo il regime FLOT come nuovo standard of care, capace di incrementare di circa il 10% il tasso di guarigione.

Nella malattia avanzata per entrambe le istologie (adenocarcinoma e carcinoma squamocellulare), dove l’efficacia dell’immunoterapia era in passato limitata ai pazienti con instabilità microsatellitare, finalmente sembrano esserci dati interessanti anche nel trattamento di prima linea con l’avvento di combinazioni chemio-immunoterapiche. Si allarga inoltre sempre di più il ventaglio di opzioni “beyond first-line” con un numero crescente di farmaci che ha mostrato efficacia in seconda e terza linea, candidando un numero sempre maggiore di pazienti a procedere lungo un “continuum of care”, già realtà per altre neoplasie gastrointestinali.

Accanto a questi traguardi clinici, il mondo della ricerca traslazionale è in continuo fermento. La sfida risiede infatti nell’identificare nuovi bersagli terapeutici, ma anche biomarkers in grado di rendere sempre più’ preciso e personalizzato il trattamento. Nuovi e promettenti strumenti come i PDX models, la biopsia liquida e lo studio delle interazioni tra tumore e stroma procedono proprio in questa direzione.

L’obiettivo di questo evento è quello di fornire un update sullo stato dell’arte nella gestione del carcinoma gastro-esofageo e di passare in rassegna le promesse e le sfide che attendono la ricerca nei prossimi anni.

Scheda Faculty

COGNOME NOME LAUREA DISCIPLINA AFFILIAZIONE CITTA'
CARANDINA ILARIA Medicina e chirurgia Oncologia Incarico libero-professionale U.O. Oncologia Medica Ospedale S.Anna  Ferrara (FE)
DAMATO ANGELA Medicina e chirurgia Oncologia Dirigente medico Oncologia Medica
IRCCS Arcispedale Santa Maria Nuova
Reggio Emilia (RE)
DOMINICI MASSIMO Medicina e chirurgia Ematologia Direttore Struttura Complessa di Oncologia Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena Modena (MO)
FRASSINETI GIOVANNI LUCA PAOLO Medicina e chirurgia Oncologia Responsabile del Gruppo di patologia Gastroenterico Istituto Scientifico Romagnolo Per lo studio e la
Cura dei Tumori
Meldola (FC)
GIORDANO SILVIA Scienze biologiche Ematologia Professore ordinario Istologia Università degli Studi di Torino Torino (TO)
LEONARDI FRANCESCO Medicina e Chirurgia Oncologia Direttore del Dipartimento Medico generale e specialistico e della struttura complessa Oncologia medica, direttore f.f. di Ematologia e CTMO Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Parma (PR)
LOHR FRANK Medicina e chirurgia Radioterapia Direttore UO Radioterapia oncologica del Policlinico di Modena (MO) Modena (MO)
LUPPI GABRIELE Medicina e chirurgia Ematologia, Oncologia Responsabile Day Hospital Oncologico  Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena  Modena (MO)
MAESTRI ANTONIO Medicina e chirurgia Oncologia Direttore U.O.C. Oncologia e Hospice ASL di Imola Imola (BO)
MEDURI BRUNO Medicina e chirurgia Radioterapia Dirigente medico U.O. Radioterapia oncologica Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena  Modena (MO)
PIETRANTONIO FILIPPO Medicina e chirurgia Oncologia Dirigente medico Struttura Complessa Oncologia Medica 1 Istituto Nazionale Tumori  Milano (MI)
PINTO CARMINE Medicina e chirurgia Oncologia Direttore Struttura Complessa di Oncologia Arcispedale  Santa Maria Nuova  Reggio Emilia (RE)
RIHAWI KARIM Medicina e chirurgia Oncologia Dirigente medico U.O.C. Oncologia Medica. – Ardizzoni- IRCCS Azienda. Ospedaliero-Universitaria Policlinico Sant'Orsola-Malpighi Bologna (BO)
ROSSI MADDALENA Chimica e Tecnologia Farmaceutica Biocatalisi Applicata e Fermentazioni Industriali Professore Ordinario Chimica e biotecnologia delle fermentazioni
Dipartimento di Scienze della Vita Università di Modena e Reggio Emilia
Modena (MO)
SALATI MASSIMILIANO Medicina e chirurgia Oncologia Ricercatore universitario Oncologia Università di Modena e Reggio Emilia Modena (MO)
SANTANGELO CLAUDIA Rappressentante associazione pazienti Rappressentante associazione pazienti Presidente Associazione pazienti Vivere senza stomaco si può Ferrara (FE)
SPALLANZANI ANDREA Medicina e chirurgia Oncologia Dirigente medico S.C. Oncologia Azienda Ospedaliero - Universitaria Policlinico Modena Modena (MO)
TAMBERI STEFANO Medicina e chirurgia Oncologia Direttore U.O. Oncologia Ospedale degli Infermi Faenza (RA)
TASSINARI DAVIDE Medicina e chirurgia Oncologia Direttore Unità Operativa  Terapia Antalgica e Cure Palliative-Hospice Ospedale “Infermi” Rimini (RN)

Programma scientifico

PROGRAMMA

ESOPHAGEAL CANCER: STATE OF THE ART

Co-chairs: Carmine Pinto, Frank Lohr

9.40-10.10 Resectable GEA and esophageal adenocarcinoma:

PRO Neoadjuvant chemoradiotherapy Bruno Meduri

PRO Perioperative chemotherapy Francesco Leonardi

10.10-10.25 Advanced disease: evolving standards and the new concept of treatment sequencing Karim Rihawi

10.25-10.45 Discussion ono session topics

10.45-11.05 COFFEE BREAK

GASTRIC CANCER: STATE OF THE ART

Co-chairs: Antonio Maestri, Stefano Tamberi

11.05-11.20 Resectable disease: from ECX to FLOT and beyond. Angela Damato

11.20-11.35 Advanced disease: how immunotherapy will change the paradigm in first line? Ilaria Carandina

11.35-11.50 Advanced disease: the continuum of care Andrea Spallanzani

11.50-12.10 Discussion on session topics

12.10-12.40 Next generation clinical trials in GEA Filippo Pietrantonio

12.40-13.40 LUNCH

SIMULTANEOUS CARE: EARLY PALLIATIVE CARE AND PATIENTS’ PERSPECTIVES

Co-chairs: Massimo Dominici, Luca Frassineti

13.40-14.00 Early palliative care Davide Tassinari

14.00-14.20 The point of view of patients Claudia Santangelo

PRECISION AND PERSONALIZED MEDICINE IN GEJ CANCER: FROM THE LAB TO THE CLINIC

Co-chairs: Massimo Dominici, Luca Frassineti

14.20-14.40 How pre-clinical platforms can shape precision medicine in GEA? Silvia Giordano

14.40-15.00 Helicobacter pylori infection, the gastric microbiome and gastric cancer Maddalena Rossi

15.00-15.20 Liquid biopsy in GEA Massimiliano Salati

15.20-15.40 Discussion session topics

15.40-16.00 Take home message and conclusions Massimiliano Salati, Andrea Spallanzani

Programma scientifico