Liquid Biopsy in Lung Cancer: state of the art and perspectives

Inizio: 16-03-2022 - Fine: 19-03-2022

Chiusura iscrizioni: 16-03-2022


Formazione a distanza - Crediti ECM: 4.5


Ore previste: 3.00 – Stato corso:


Discipline e professioni:

Medico chirurgo:
Allergologia ed immunologia clinica
Genetica medica
Malattie dell'apparato respiratorio
Oncologia
Radioterapia
Chirurgia generale
Chirurgia toracica
Anatomia patologica
Farmacologia e tossicologia clinica
Laboratorio di genetica medica
Medicina nucleare
Patologia clinica
Radiodiagnostica
Direzione medica di presidio ospedaliero
Cure palliative

Farmacista:
Farmacia ospedaliera
Farmacia territoriale

Biologo:
Biologo

Fisico:
Fisica sanitaria

Infermiere:
Infermiere

Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare:
Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare

Tecnico sanitario di radiologia medica:
Tecnico sanitario di radiologia medica

Tecnico sanitario laboratorio biomedico:
Tecnico sanitario laboratorio biomedico

Leggi tutto
Leggi meno

Descrizione

Scheda del corso

Il profilo genetico dei tumori solidi, che attualmente viene effettuato principalmente sui tessuti prelevati dal tumore stesso tramite biopsia o intervento chirurgico, spesso è difficile da ottenere.

Negli ultimi anni, la necessità di una corretta identificazione di tutti i pazienti con mutazione del gene EGFR, anche quando il materiale biologico, destinato ad analisi mutazionale, risultava caratterizzato da una bassa percentuale di cellule neoplastiche, ha determinato l’identificazione di metodiche alternative verso l’utilizzo di procedure alternative all’analisi su tessuto.

La biopsia liquida attualmente offre un elevato grado di specificità: questo significa che è in grado di fornire dati robusti e riproducibili in modo semplice e non invasivo. Ciò è stato dimostrato anche da studi recenti sul carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) che hanno valutato lo stato mutazionale di EGFR, da cui emergono, nel confronto tra DNA circolante e DNA tissutale, una concordanza del 93,4%, una specificità del 99,8% e una sensibilità del 65,7%.

La biopsia liquida può divenire fondamentale come biomarker non invasivo per lo sviluppo di strategie di gestione del tumore personalizzate sul singolo paziente.

L’evento vuole approfondire l’impiego di questa metodica partendo dal suo utilizzo del NSCLC per terminare con ulteriori potenziali applicazioni nel campo dei tumori solidi.

Programma scientifico

16 marzo 2022

15.00-15.15 Introduction, Tiseo M and Minari R (Parma)

Session 1: Tiseo M and Malapelle U (Napoli)

15.15-15.35 Lecture: State of the art of Liquid Biopsy in Lung Cancer (Rolfo C, New York)

15.35-15.45 Discussion

Session 2: Tiseo M and Troncone G (Napoli)

15.45-16.05 Liquid biopsy and drug resistance in oncogene addicted advanced NSCLC (Marchetti A, Chieti)

16.05-16.25 Tumor tissue vs Liquid biopsy NSCLC genotyping: plasma first? (Indraccolo S, Padova)

16.25-16.45 Liquid biopsy in NSCLC early stages (Malapelle U, Napoli)

16.45-16.55 Discussion

Session 3: Minari R, Bearz A (Aviano)

16.55-17.15 Liquid Biopsy and Immunotherapy in Lung Cancer (Normanno N, Napoli)

17.15-17.35 Liquid Biopsy behind ctDNA (miRNA, exosomes, CTCs, cfRNA) (Del Re M, Pisa)

17.35.17.55 Liquid Biopsy beyond lung cancer (Di Nicolantonio F, Candiolo)

17.55-18.05 Discussion

Session 4: Tiseo M, Sverzellati N (Parma)

18.05.18.25 Lecture: Liquid Biopsy for early diagnosis (Sozzi G, Milano)

18.25-18.30 Conclusions, Tiseo and Minari